Viale Vittorio Veneto, 16 - CAP 41016
TEL. + 39 059 6789111 FAX + 39 059 6789290
P.I. e Codice Fiscale 00224020362

rsz logo terredargineL’Unione delle Terre d’Argine in collaborazione con il Distretto sanitario dell’Azienda Usl e l’Azienda Servizi alla Persona (ASP) delle Terre d’Argine anche per il 2017 ha approntato un piano d’intervento per contrastare gli effetti delle ondate di calore sulla popolazione

In questa fase di  temperature estreme, telefonando al numero verde 848.390.406 (attivo dalle 7,00 alle 21,00 anche nei giorni festivi), è possibile attivare i seguenti interventi di sollievo:
- trasporto verso luogo raffrescato;
- consegna a domicilio della spesa, di un pasto, o delle medicine necessarie;
- una telefonata di controllo ai numeri segnalati dai servizi socio sanitari, dai medici di base ma anche dal volontariato e dai famigliari.

In caso di disagio DISAGIO SANITARIO si consiglia di  contattare il proprio MEDICO DI BASE. Nei festivi e prefestivi la GUARDIA MEDICA allo 059/659342 o lo studio medico MEDITEM o il PRONTO SOCCORSO 118.

 

E’ attivo il Numero Verde gratuito (848.390.406) collegato con il Centro Operativo dell’Ente: il numero fornisce informazioni sulle misure personali di contrasto al disagio da calore estivo attivando, se necessari, gli interventi di sollievo previsti per le categorie a rischio (anziani, disabili, persone affette da patologie croniche e che assumono farmaci, bambini piccoli, chi vive solo).

Gli interventi contenuti nel Piano anti-caldo dell’Unione delle Terre d’Argine sono organizzati secondo le direttive della Regione Emilia-Romagna e concordati tra amministrazioni locali, Azienda USL (Distretto sanitario di Carpi), associazioni del territorio, Centri sociali per anziani e infine strutture semiresidenziali protette.

In particolari circostanze gli interventi previsti sono fondamentali per evitare che persone ‘fragili’ e magari senza reti parentali o amicali possano subire disagi anche gravi a causa delle temperature elevate. L’Unione poi sta puntando all’informazione alla cittadinanza: in primis sulle misure personali di contrasto al caldo ma anche sulla rete dei servizi fino all’attivazione di interventi di sollievo nelle fasi di allarme ed emergenza; questi possono essere il trasporto delle persone presso un luogo raffrescato (sia esso la sede di un Centro sociale per anziani, quella di associazioni o strutture semiresidenziali protette), la consegna a domicilio della spesa, di un pasto o delle medicine necessarie all’utente, una telefonata di controllo ai numeri segnalati dai Servizi socio-sanitari, dai medici di base ma anche dal volontariato e dai familiari.

Ricordiamo che le fasi di emergenza scattano in base alle segnalazioni dell’ARPAE (l’Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente dell’Emilia-Romagna). Quando l’Agenzia segnala l’arrivo di un periodo di forte disagio il Centro Operativo entra in allerta.

Il Numero Verde gratuito resterà attivo fino alla fine di agosto dalle ore 7 alle ore 21, anche nei giorni festivi.

Vai all'inizio della pagina