Viale Vittorio Veneto, 16 - CAP 41016
TEL. + 39 059 6789111 FAX + 39 059 6789290
P.I. e Codice Fiscale 00224020362

NoviBook è un servizio che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Novi di Modena ha organizzato per tutti i lettori volto a riattivare il prestito di libri e materiale multimediale delle biblioteche pur in mancanza delle strutture che le ospitavano, inagibili a causa dei sismi di maggio 2012. Il servizio sarà attivo da lunedì 4 novembre fino al ripristino delle sedi bibliotecarie e si svolgerà all’interno di due container: uno presso il giardino dell’Asilo Nido in via Raffaello Sanzio a Novi di Modena e l’altro a fronte della Parrocchia in Piazza Papa Giovanni XXIII a Rovereto in collaborazione con la stessa.

Ma NoviBook è anche revisione del patrimonio. Il sisma del 29 maggio ha devastato le scaffalature ed i palchi librari, facendo rovinare a terrà gran parte del materiale. In collaborazione con la Soprintendenza ai Beni Librari della Regione Emilia Romagna durante il mese di aprile è stata quindi necessaria un opera di svuotamento controllato e bonifica delle biblioteche con relativa ricatalogazione del materiale recuperato al fine di poterlo impiegare: una parte nei container di prossima apertura ed il resto per la prossima sede delle biblioteche. Attualmente due catalogatori stanno operando per riallineare il patrimonio recuperato con quello degli inventari cartacei ed informatici e si presume che possano terminare i lavori entro i primi mesi del prossimo anno, questo consentirà, una volta pronte le nuove sedi, di poterle subito allestire con il materiale librario e multimediale recuperato garantendone un utilizzo pressoché immediato.

“Il progetto NoviBook inizia la sua storia diversi mesi fa con lo svuotamento delle biblioteche e la catalogazione del patrimonio che, con i suoi quasi 45.000 volumi ha comportato un grosso impegno sia in termini logistici che di ore di lavoro” spiega Marina Rossi Assessore alla Cultura “Ora il patrimonio, tolti i volumi scelti per attivare il servizio di prestito, è per la maggior parte depositato presso un magazzino di Carpi ed è oggetto di revisione per capire quanto può essere recuperato e quanto scartato. La scelta di aprire nei prossimi giorni il servizio, nonostante le difficoltà di spazi ed una logistica di complessa gestione va nella direzione di ridare ai cittadini novesi un servizio prezioso che negli ultimi anni si è dimostrato in forte crescita, in attesa della ricostruzione della biblioteca prevista per fine 2014”.

Vai all'inizio della pagina