Viale Vittorio Veneto, 16 - CAP 41016
TEL. + 39 059 6789111 FAX + 39 059 6789290
P.I. e Codice Fiscale 00224020362

L'esposizione ad una fonte di rumore può provocare nell'organismo danni fisici o psichici anche permanenti. La normativa di riferimento per ciò che riguarda l'inquinamento acustico sono: la Legge quadro n. 447/1995 e s.m.i., che all'art. 6 stabilisce le competenze del Comune in tale ambito, la L.R. n. 15/2001, la D.G.R. n. 45/2002 ed il Regolamento comunale per la disciplina delle attività rumorose temporanee, approvato con D.C.C. n. 12 del 17/03/2015.

Per "attività temporanea rumorosa" si intende qualsiasi attività che si esaurisce in un arco di tempo limitato e/o si svolge in modo non permanente nello stesso sito e che, impiegando sorgenti di rumore di qualsiasi natura e/o effettuando operazioni rumorose, si prevede non possa rispettare i limiti acustici ordinari previsti dalla vigente normativa.

Le manifestazioni, di cui all'art. 8 del vigente Regolamento, fatto salvo quanto specificato all'art. 9, sono oggetto di preventiva comunicazione, utilizzando l'apposito modulo, da presentarsi all'Ufficio competente almeno 15 gg. prima dell'inizio della manifestazione.

  • Autorizzazione in deroga per manifestazioni nelle aree, o al di fuori delle aree, destinate ad eventi a carattere temporaneo, ovvero mobile, ovvero all’aperto, ovvero al chiuso:
    1. lo svolgimento di manifestazioni, che per motivi eccezionali e documentabili non sono in grado di rispettare i limiti temporali e acustici stabiliti dal vigente Regolamento, è oggetto di preventiva richiesta di autorizzazione in deroga. L’istanza dovrà essere presentata mediante apposito modulo, almeno 30 gg. prima dell'inizio della manifestazione, corredata obbligatoriamente, se la deroga riguarda i limiti acustici, con idonea documentazione d'impatto redatta da un tecnico competente in acustica ambientale;
    2. Le manifestazioni previste entro un raggio di 100 metri dalle aree destinate ad attività sanitaria (strutture di accoglienza, ricovero, cura e assimilabili), salvo che non siano organizzate dalla struttura sanitaria stessa o non rientrino nei casi particolari di cui all’art. 9, devono essere sempre autorizzate in maniera espressa.

  • Regolamentazione inerente la componente rumore dell'attività dei cantieri edili, stradali ed assimilabili fuori e dentro il centro abitato del Comune di Novi di Modena, mediante la fissazione di alcuni limiti orari e temporali:
    Il Comune di Novi di Modena autorizza l’attività di cantieri edili, stradali o industriali in deroga ai limiti vigenti in campo di inquinamento acustico, ai sensi della L. n. 447/1995, art. 6 e della L.R. n. 15/2001 e sulla base di quanto previsto dalla sezione 2 - Cantieri del vigente Regolamento:
    1. in via permanente, all'interno e fuori dal centro abitato, l'attività dei cantieri edili, stradali ed assimilabili, deve essere svolta nei seguenti orari: tutti i giorni feriali, dalle ore 7.00 alle ore 20.00;
    2. l'esecuzione di lavori che arrecano disturbo (es. escavazioni, demolizioni, ecc.) e l'impiego di macchinari rumorosi (es. martelli demolitori, flessibili, betoniere, seghe circolari, gru, ecc.) sono consentiti:
    - dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle ore 12:30 e dalle ore 14:00 alle ore 19:00;
    - sabato, dalle ore 9:00 alle ore 12:30.
    3. nelle giornate della domenica e festivi, è interdetto l'utilizzo di tali strumenti o attrezzi, fatti salvi i casi di pubblica utilità ovvero le situazioni di pericolo per l'incolumità della popolazione.
    La domanda di autorizzazione in deroga ai limiti suddetti deve essere presentata, utilizzando l'apposito modulo, all'Ufficio Ambiente del Comune di Novi 15 giorni prima della data di inizio delle lavorazioni rumorose.

  • Come assolvere l’imposta di bollo per le istanze inviate via E-mail/PEC/Fax
    Chi trasmette elettronicamente l’istanza soggetta ad imposta di bollo, deve provvedere a:ù
    - indicare sulla copia inviata elettronicamente la dicitura “imposta di bollo 
    - numero identificativo” (riportando il medesimo numero del contrassegno telematico cartaceo che si andrà ad apporre sul proprio originale) oppure, in modo più esteso, “imposta di bollo assolta sull’originale in possesso dell’istante, con numero identificativo ….” (l’indicazione del numero identificativo non è un requisito essenziale, tuttavia rende facilmente verificabile l’assolvimento dell’imposta di bollo da parte del ricevente),
    - stampare il proprio originale,
    - apporre il contrassegno - marca da bollo cartacea sul proprio originale,
    - conservare in cartaceo l’originale.

“L’imposta di bollo è dovuta per le istanze volte ad ottenere l’emanazione di provvedimenti autorizzativi (Si veda a riguardo la Risoluzione n. 24/E del 08 aprile 2013 dell’Agenzia delle Entrate)"


Per ulteriori informazioni:

Ufficio Ambiente
Resp. Vanni Mora
Tel.: 059 6789274 - Fax: 059 6789290
E-mail:

 

MODULISTICA:

 Comunicazione manifestazione a carattere temporaneo 
   
Aggiornata il 22/10/2015
  Scarica la comunicazione di abbattimento alberi non soggetti a tutela in formato odt
Scarica il documento in formato odt

- Domanda autorizzazione deroga per manifestazioni temporanee
   Aggiornata il 21/09/2017
 pdfScarica il documento in formato pdf

- Richiesta autorizzazione deroga per cantieri edili, stradali ed assimilabili
  Aggiornata il 22/10/2015
  
Scarica la comunicazione di abbattimento alberi non soggetti a tutela in formato odtScarica il documento in formato odt

 

Vai all'inizio della pagina