Viale Vittorio Veneto, 16 - CAP 41016
TEL. + 39 059 6789111 FAX + 39 059 6789290
P.I. e Codice Fiscale 00224020362

rsz logo

Nei primi giorni di febbraio è previsto l’accantieramento per l’inizio lavori.


nuova casa protetta1
“La realizzazione della Casa Protetta è un elemento fondamentale per il processo di ricostruzione” afferma il Sindaco Enrico Diacci “Con la partenza, anche di questo cantiere, ci riprenderemo un ulteriore pezzo della nostra comunità che dal sisma del 2012 ci è stato tolto. Inoltre, nei primi giorni del mese di marzo, organizzeremo un incontro pubblico per presentare la struttura alla cittadinanza”.

L’area oggetto dell’intervento, acquistata dal Comune di Novi di Modena nel 2014 per un costo di circa 200.000 Euro, si trova in via Don Minzioni (fronte Caserma dei Carabinieri) ed accoglierà la costruzione della nuova casa Protetta che prevede una capienza di 75 posti letto, di cui 60 accreditati.

Nel marzo 2017 è stato stipulato l’atto di costituzione del diritto di superficie, per la durata di 36 anni, a favore dell’ ATI composta da “Welfare Italia s.p.a.” di Reggio Emilia e della Cooperativa Sociale “La Pineta” di Reggiolo. Cos’è un ATI? E’ un Associazione Temporanea di Imprese con cui soggetti diversi si fondono in un unico gruppo, per poter partecipare ad un bando di gara e con la stipula del contratto si occuperanno non solo della costruzione ma anche della relativa gestione della struttura.

La progettazione è stata curata dallo studio Archilabor s.r.l. di Mantova nella persona dell’Architetto Vagni.
La durata dei lavori è stimata in circa due anni e si presume la fine dei lavori nel 2020 per un costo complessivo pari a circa 7.000.000 di Euro.

 

Vai all'inizio della pagina